Il “papà occidentale” dei Pokémon vende casa

Forse il nome di Al Kahn non dice molto, ma chi non ha mai sentito nominare i Pokémon, tornati alla riscossa con un’app-gioco diventata un vero e proprio tormentone quest’estate? Ebbene, dietro ai  piccoli mostri (e al nome con cui li conosciamo), giunti in Occidente dal Giappone, c’è proprio la figura di questo produttore e licenziatario che adesso ha messo in vendita la sua casa milionaria. Nel cuore di Manhattan, l’uomo dei Pokémon vende un mega appartamento su quattro piani per circa 19 milioni di dollari, un vero tesoro in stile Art Deco.

Acquistato da Kahn nel 2012, direttamente dal costruttore, per 5,4 milioni, questo gioiello immobiliare di New York è stato la sua sorpresa romantica per l’allora fidanzata Jillian Crane, con cui adesso il 69enne è sposato. La ristrutturazione da ben 4 milioni di dollari è durata due anni e mezzo e ha reso questa reggia un vero capolavoro del design e dell’arredamento. Su 400 metri quadrati si trovano tre camere e sei bagni tutti caratterizzati da enormi finestre e lucernari. All’esterno la casa vanta una terrazza da 150 metri quadri con piscina privata. Tutti gli ambienti sono attraversati da un sistema di filodiffusione e, nella zona living, è presente uno schermo cinema a scomparsa. L’intero terzo piano è occupato dalla suite padronale che conta due bagni, uno per lei e uno per lui, due cabine armadio e un piccolo soggiorno.

La coppia ha stabilito qui la sua residenza ma, durante una loro festa privata, ha conosciuto degli agenti immobiliari che hanno insistito perchè il bellissimo immobile finisse sul mercato in modo da permettere loro di lanciarsi in una nuova avventura di progettazione e ristrutturazione.

 

Michael J. Fox vende la sua “playhouse”

L’attore Michael J. Fox ha messo in vendita la sua casa nella cittadina di Sharon, nel Connecticut, quella che lui stesso in un’intervista ha definito la sua playhouse, la “casa dei giochi”. Per 4,25 milioni di dollari è possibile concludere l’affare per tutta la proprietà che misura ben 72 acri.

L’attore, affetto dal morbo di Parkinson fin dal 1990, ha fatto costruire l’immobile di circa 500 metri quadrati nel 1997, all’epoca in cui stava crescendo i suoi bambini insieme alla moglie Tracy Pollan, da sempre al suo fianco. Molto probabilmente la ragione della messa in vendita di una casa che sta così a cuore a tutta la famiglia va ricercata nelle tristi condizioni di salute che affliggono il celebre volto di Marty McFly in Ritorno al Futuro.

Nella casa si contano sei camere da letto e sei bagni, tutti arredati in stile rustico proprio come una comune – ma milionaria- casa di famiglia. Uno degli architetti che ha lavorato al progetto, infatti, ha dichiarato di come siamo lontani dagli standard sfarzosi delle dimore hollywoodiane. All’interno gli arredi rustici sono inseriti in stanze dai soffitti altissimi e decorati da travi di legno a vista.

La dependance degli ospiti è stata costruita all’esterno in una piccola casa di legno, accogliente e molto originale, volutamente staccata dalla villa di famiglia. Tutto è inserito all’interno di un grandissimo parco verde, in una zona molto tranquilla. Dentro alla proprietà, oltre a una piscina molto semplice, si trova anche un piccolo stagno sulle cui sponde è stata ricavata anche una casupola per gli attrezzi da pesca, una delle cose che Michael J. Fox ha detto di amare maggiormente di questo posto.

 

Michael J. Fox vende la sua “playhouse”

L’attore Michael J. Fox ha messo in vendita la sua casa nella cittadina di Sharon, nel Connecticut, quella che lui stesso in un’intervista ha definito la sua playhouse, la “casa dei giochi”. Per 4,25 milioni di dollari è possibile concludere l’affare per tutta la proprietà che misura ben 72 acri.

L’attore, affetto dal morbo di Parkinson fin dal 1990, ha fatto costruire l’immobile di circa 500 metri quadrati nel 1997, all’epoca in cui stava crescendo i suoi bambini insieme alla moglie Tracy Pollan, da sempre al suo fianco. Molto probabilmente la ragione della messa in vendita di una casa che sta così a cuore a tutta la famiglia va ricercata nelle tristi condizioni di salute che affliggono il celebre volto di Marty McFly in Ritorno al Futuro.

Nella casa si contano sei camere da letto e sei bagni, tutti arredati in stile rustico proprio come una comune – ma milionaria- casa di famiglia. Uno degli architetti che ha lavorato al progetto, infatti, ha dichiarato di come siamo lontani dagli standard sfarzosi delle dimore hollywoodiane. All’interno gli arredi rustici sono inseriti in stanze dai soffitti altissimi e decorati da travi di legno a vista.

La dependance degli ospiti è stata costruita all’esterno in una piccola casa di legno, accogliente e molto originale, volutamente staccata dalla villa di famiglia. Tutto è inserito all’interno di un grandissimo parco verde, in una zona molto tranquilla. Dentro alla proprietà, oltre a una piscina molto semplice, si trova anche un piccolo stagno sulle cui sponde è stata ricavata anche una casupola per gli attrezzi da pesca, una delle cose che Michael J. Fox ha detto di amare maggiormente di questo posto.

 

Adolescenti e proprietari di immobili: ecco le star più “precoci”

Se è vero che potrebbe esistere un “gene ereditario” della proprietà immobiliare, come dimostrava un recente studio americano, è anche vero che Hollywood potrebbe dare una grande mano ai ragazzi che ambiscono a possedere immobili fin dalla tenera età. Non a caso alcune giovani star d’Oltreoceano sono riuscite a comprare casa (di lusso) quando erano ancora dei teenagers. Nessuno di loro ha comunque battuto il primato di Eve Plumb, attrice famosa per il suo ruolo di Jan nella Famiglia Brady, che all’età di 11 anni aveva già acquistato la sua prima casa in quel di Malibu per 55.300 dollari.

Un’altra celebre attrice che è riuscita a mettere a segno un colpo immobiliare da adolescente è Drew Barrymore: grazie agli inizi precoci della sua carriera e a una famiglia benestante, a 15 anni era già proprietaria di una casa da mezzo milione di dollari, poi venduta nel 2011 all’attore Edward Norton per 611.000 dollari.

Essere idoli dei teenager paga anche in termini immobiliari: la star di Hannah Montana, Miley Cyrus, a 16 anni ha comprato una villa da 400 metri quadrati per 3,4 milioni di dollari vicino ai suoi genitori, a cui poi ha donato la proprietà. Justin Bieber, a 18 anni, è riuscito a spendere quasi il doppio per l’acquisto di una dimora da 1.000 metri quadrati a Calabasas, lo stesso quartiere in cui è stato accusato di lanciare uova nel cortile di un vicino e di guidare la sua auto a folle velocità.

La più piccola di casa Kardashian, Kylie Jenner, ha comprato il suo primo immobile a 17 anni. La giovane ha sborsato 2,6 milioni di dollari per vivere accanto a Kourtney e Khloe in una villa da 500 metri quadrati con impianto solare, arredi glamour e cinema incluso.

Infine non è difficile immaginare quanto la sua “seconda identità” da Harry Potter abbia reso immensamente ricco un Daniel Radcliffe ancora ragazzino: di fatto, prima di essere maggiorenne, l’attore aveva già acquistato, a distanza di pochi mesi, due appartamenti milionari, uno a Soho e uno vicino Hudson River per un totale di oltre nove milioni di dollari.