Brian Wilson vende la casa per le vacanze

Gli appassionati di musica concorderanno con noi nel dire che il protagonista del gossip immobiliare del giorno è uno dei più grandi artisti della musica contemporanea, un musicista i cui album possono contendere solo ai Beatles lo scettro di emblemi pop del Novecento. Parliamo di Brian Wilson: il geniale fondatore dei Beach Boys, arrangiatore e produttore americano da oltre cinquant’anni sulla cresta dell’onda. Ebbene, è stata messa sul mercato una villetta sul lago ad est di Los Angeles: proprio la dimora in cui, da anni, Wilson è solito trascorrere i periodi di relax tra un tour e l’altro.

L’immobile è sul mercato per la modica cifra di 3 milioni e 299 mila dollari, necessari per accaparrarsi un punto di accesso sul lago Arrowhead, lago da sempre amato dai ricchi americani che cercavano un luogo di classe in cui trascorrere le vacanze;  gran parte delle sue rive sono proprietà privata e lo dimostrano le diverse residenze recintate.

La villetta è grande circa 500 metri quadri ed è disposta su due livelli; è dotata di pavimenti in teak e in marmo di Carrara, soffitti a botte e tantissime finestre, che rendono l’interno luminoso ed accogliente. Completano il quadro quattro camere da letto e sei bagni, un impianto audio (ovviamente!) di altissima qualità, diversi caminetti, un sistema di telecamere anti-intrusione, un impianto di illuminazione ad energia solare e una spettacolare vista sul lago. È possibile, a richiesta, acquistare anche gli arredi: un fattore, questo, che potrebbe fungere da stimolo per i numerosi fan del cantante.

Brian Wilson vende la casa per le vacanze

Gli appassionati di musica concorderanno con noi nel dire che il protagonista del gossip immobiliare del giorno è uno dei più grandi artisti della musica contemporanea, un musicista i cui album possono contendere solo ai Beatles lo scettro di emblemi pop del Novecento. Parliamo di Brian Wilson: il geniale fondatore dei Beach Boys, arrangiatore e produttore americano da oltre cinquant’anni sulla cresta dell’onda. Ebbene, è stata messa sul mercato una villetta sul lago ad est di Los Angeles: proprio la dimora in cui, da anni, Wilson è solito trascorrere i periodi di relax tra un tour e l’altro.

L’immobile è sul mercato per la modica cifra di 3 milioni e 299 mila dollari, necessari per accaparrarsi un punto di accesso sul lago Arrowhead, lago da sempre amato dai ricchi americani che cercavano un luogo di classe in cui trascorrere le vacanze;  gran parte delle sue rive sono proprietà privata e lo dimostrano le diverse residenze recintate.

La villetta è grande circa 500 metri quadri ed è disposta su due livelli; è dotata di pavimenti in teak e in marmo di Carrara, soffitti a botte e tantissime finestre, che rendono l’interno luminoso ed accogliente. Completano il quadro quattro camere da letto e sei bagni, un impianto audio (ovviamente!) di altissima qualità, diversi caminetti, un sistema di telecamere anti-intrusione, un impianto di illuminazione ad energia solare e una spettacolare vista sul lago. È possibile, a richiesta, acquistare anche gli arredi: un fattore, questo, che potrebbe fungere da stimolo per i numerosi fan del cantante.

Brian Wilson vende la casa per le vacanze

Gli appassionati di musica concorderanno con noi nel dire che il protagonista del gossip immobiliare del giorno è uno dei più grandi artisti della musica contemporanea, un musicista i cui album possono contendere solo ai Beatles lo scettro di emblemi pop del Novecento. Parliamo di Brian Wilson: il geniale fondatore dei Beach Boys, arrangiatore e produttore americano da oltre cinquant’anni sulla cresta dell’onda. Ebbene, è stata messa sul mercato una villetta sul lago ad est di Los Angeles: proprio la dimora in cui, da anni, Wilson è solito trascorrere i periodi di relax tra un tour e l’altro.

L’immobile è sul mercato per la modica cifra di 3 milioni e 299 mila dollari, necessari per accaparrarsi un punto di accesso sul lago Arrowhead, lago da sempre amato dai ricchi americani che cercavano un luogo di classe in cui trascorrere le vacanze;  gran parte delle sue rive sono proprietà privata e lo dimostrano le diverse residenze recintate.

La villetta è grande circa 500 metri quadri ed è disposta su due livelli; è dotata di pavimenti in teak e in marmo di Carrara, soffitti a botte e tantissime finestre, che rendono l’interno luminoso ed accogliente. Completano il quadro quattro camere da letto e sei bagni, un impianto audio (ovviamente!) di altissima qualità, diversi caminetti, un sistema di telecamere anti-intrusione, un impianto di illuminazione ad energia solare e una spettacolare vista sul lago. È possibile, a richiesta, acquistare anche gli arredi: un fattore, questo, che potrebbe fungere da stimolo per i numerosi fan del cantante.

E se la casa dei sogni costasse troppo?

Al rientro dalle ferie saranno in molti gli italiani che cominceranno a concretizzare il progetto dell’acquisto di una casa. Del resto, le condizioni di mercato sono favorevoli sia per chi intende comprare sia per chi vuole vendere un immobile, perciò quale momento migliore per iniziare la ricerca dopo il meritato riposo estivo? In questa fase accade spesso che si visiti una casa e ci si innamori, ma quando si arriva a parlare di prezzo la cifra richiesta superi le proprie possibilità economiche. In effetti iniziare la ricerca con un budget oculato e preciso è buona norma, ma bisogna essere flessibili. Un noto sito immobiliare americano ha pensato di creare un breve vademecum per gli acquirenti che hanno trovato la loro casa dei sogni, ma che non possono permettersela, o almeno credono.

1.Parola d’ordine: trattare!

Tutti sono disposti a scendere a compromessi. Il prezzo, come vi insegnerà il vostro agente immobiliare, è sempre trattabile. Non conosciamo il venditore, potrebbe essere qualcuno che ha molta fretta di vendere, a causa di un trasferimento o di un divorzio per esempio. È ovvio che le trattative sul prezzo vanno fatte in modo oculato e senza degenerare nella totale svalutazione di un immobile che è sempre poco piacevole per i proprietari che mettono in vendita la loro casa, a cui sicuramente sono affezionati. Nei limiti della ragionevolezza, però, bisogna sempre provarci: non esitate a proporre una cifra più bassa per la vostra offerta, sarà poi il vostro agente immobiliare che vi guiderà in questi tentativi.

2.Valutare gli incentivi statali

Non tutti sanno che esistono delle importanti detrazioni fiscali che lo Stato mette a disposizione dei cittadini che intendono acquistare un immobile, soprattutto se si parla della prima casa. E, al contrario di quanto si possa immaginare, non sono sempre provvedimenti studiati per i più poveri: talvolta anche chi pensa di non poter accedervi ha i giusti requisiti per farlo. Anche in questo caso, quindi, è bene affidarsi a un professionista serio, che sia un commercialista o direttamente l’agente immobiliare: sono sicuramente le persone migliori per guidare l’acquirente nella giungla della burocrazia, da cui però si può uscire vincenti. Se poi ci si innamora del quartiere di un immobile, della sua posizione e del vicinato, ma la casa in sé non è messa bene, non dimentichiamo che esistono ancora i tanto famosi bonus sulle ristrutturazioni. Per cui la spesa per rifare gli interni non sarà poi così esosa o fuori dalla nostra portata.

3.Mutuo: fare una scelta oculata

Anche sul mutuo serve la flessibilità e bisogna essere disposti a cambiare idea. Non si può partire avendo deciso a priori che si vuole ottenere un finanziamento a 30 anni e a tasso fisso, si devono valutare tutte le possibilità che il mercato dei mutui offre, soprattutto in un momento storico come questo. È probabile che per qualcuno sia più conveniente un tasso variabile, o una durata inferiore che consenta di pagare meno interessi. Con un buon esperto e una buona analisi di mercato, oggi resa più semplice grazie agli strumenti di comparazione online, si può aspirare a ottenere un finanziamento conveniente e che permetta di comprare anche quella casa dei sogni che sembrava inarrivabile.

4.Pensare a lungo termine

Se l’immobile di cui ci siamo innamorati sembra al di fuori della nostra portata, pensiamo bene: in qualche modo può aiutarci, a lungo termine, a risparmiare su qualcosa? In quel caso la spesa iniziale verrebbe presto ammortizzata. Ad esempio, se la casa in questione è vicina al posto di lavoro o alla scuola dei figli, magari si risparmierà tanto in termini di benzina o abbonamento ai mezzi pubblici. Oppure ancora l’immobile potrebbe avere una classe energetica migliore di quello in cui viviamo attualmente, e allora le bollette saranno decisamente più leggere e ciò che si risparmia in costi di elettricità o gas può essere investito nell’acquisto della casa dei sogni.

5.Non perdere tempo

Prima di abbandonare l’idea e il sogno di comprare proprio quell’immobile, pensateci bene. Se il prezzo richiesto, dopo tutte le trattative del caso, supera di 25mila euro il vostro budget, per esempio, considerate che spalmata su 30 anni di mutuo quella cifra non è poi così esosa o compromettente. Tutto va soppesato e valutato con oculatezza. Non tergiversate troppo, qualcuno potrebbe arrivare prima di voi ed essere disposto a pagare subito per togliervi da sotto il naso la casa della vostra vita.

NB: qualora il budget ammontasse a 200.000 euro e l’immobile dei sogni ne costasse più di 500.000, questi consigli potrebbero non essere utili nel vostro caso e il suggerimento migliore è quello di continuare la ricerca!