Il “papà occidentale” dei Pokémon vende casa

Forse il nome di Al Kahn non dice molto, ma chi non ha mai sentito nominare i Pokémon, tornati alla riscossa con un’app-gioco diventata un vero e proprio tormentone quest’estate? Ebbene, dietro ai  piccoli mostri (e al nome con cui li conosciamo), giunti in Occidente dal Giappone, c’è proprio la figura di questo produttore e licenziatario che adesso ha messo in vendita la sua casa milionaria. Nel cuore di Manhattan, l’uomo dei Pokémon vende un mega appartamento su quattro piani per circa 19 milioni di dollari, un vero tesoro in stile Art Deco.

Acquistato da Kahn nel 2012, direttamente dal costruttore, per 5,4 milioni, questo gioiello immobiliare di New York è stato la sua sorpresa romantica per l’allora fidanzata Jillian Crane, con cui adesso il 69enne è sposato. La ristrutturazione da ben 4 milioni di dollari è durata due anni e mezzo e ha reso questa reggia un vero capolavoro del design e dell’arredamento. Su 400 metri quadrati si trovano tre camere e sei bagni tutti caratterizzati da enormi finestre e lucernari. All’esterno la casa vanta una terrazza da 150 metri quadri con piscina privata. Tutti gli ambienti sono attraversati da un sistema di filodiffusione e, nella zona living, è presente uno schermo cinema a scomparsa. L’intero terzo piano è occupato dalla suite padronale che conta due bagni, uno per lei e uno per lui, due cabine armadio e un piccolo soggiorno.

La coppia ha stabilito qui la sua residenza ma, durante una loro festa privata, ha conosciuto degli agenti immobiliari che hanno insistito perchè il bellissimo immobile finisse sul mercato in modo da permettere loro di lanciarsi in una nuova avventura di progettazione e ristrutturazione.